GIULIO CESARE FERRARI

150 anni ma non li dimostra

Cosa sono le tendenze? semplicemente un modo di comprendere la realtà in cui viviamo, un pensare in maniera sistematica per affrontare sfide a noi sconosciute ma, talvolta guardando indietro scopriamo che alcune hanno radici nel passato.

Le 7 frasi selezionate – sette come i colori dell’arcobaleno, che apre il cielo dopo una tempesta come una speranza tangibile, sette come le note che formano la musica che amiamo e, che ci rende felici , sette come… – sono state spunto di istintiva riflessione da 150 (sì dobbiamo dire 150 volte GRAZIE!) persone a cui abbiamo voluto presentare Giulio Cesare Ferrari dopo 150 anni dalla nascita, ed ecco il risultato, che vogliamo condividere con Voi.

Ognuno di loro ha rivisitato la frase scelta, secondo il proprio essere (mente e cuore) nella maniera più in sintonia con la propria vita personale, professionale e di costruzione di un futuro migliore per tutti, tutti noi come ci ha trasmesso Giulio Cesare Ferrari nei suoi scritti ma, soprattutto nelle sue attività quotidiane.

GIOVANI

“speriamo che anche fra noi qualcuno, voglia appoggiare coll’autorità propria tanti giovani, che non domandano di meglio che di lavorare in un senso che risponde esattamente alle tendenze del loro spirito”

 

 

 

TERAPIA

“la terapia come relazione individualizzata con il malato, tesa al benessere del malato stesso”

 

 

 

 

MEZZI PEDAGOGICI

“…distrazioni (teatri, balli giochi di presti­gio, scampagnate) come mezzi pedagogici……..la pratica di sport e di escursioni durante il periodo estivo e di feste da ballo, concerti e spettacoli teatrali in inverno.”

 

 

 

 

SENSAZIONI

“educazione metodica delle sensazioni e del potere di osservazione….

……si accompagna cioè il bambino in giardino, gli si mostrano i fiori, gli si lasciano toccare, poi tornati a casa si fa loro un breve racconto di quanto ha fatto e visto …più tardi ci si allontana man mano dalla realtà per entrare nel campo del fantastico”

 

 

 

INDIVIDUALITA'

“bisogna rispettar sempre l’individualità

 

 

 

ATTENZIONE

“l’attenzione non si desta facilmente, si può però mantenerla viva e fissa durante un certo tempo specie se si ha l’avvertenza di far variare gli oggetti, concreti od astratti per cui essa è richiamata”

 

 

 

PSICOLOGIA

“necessità di ridestare l’amore per lo studio sistematico della Psicologia considerata come scienza naturale …ad aprire nuove vie allo studio”